Inizio menù contenuti sito
Fine menù contenuti sito
Ti trovi qui: home freccia Lavori in Corso freccia Grandi opere freccia Metropolitana Leggera

Metropolitana Leggera   freccia

La rete della Metropolitana Leggera, ultimata a Salerno, si sviluppa su circa 8 Km e collega la parte alta del centro storico con lo Stadio Arechi in un tempo di percorrenza stimato in meno di 10 minuti.

Le otto stazioni realizzate sono le seguenti: M1 Centro Storico, M2 via Vernieri, M3 Stazione ferroviaria-Centro, M4 via Robertelli-Torrione, M5 Via Rocco Cocchia-Pastena, M6 Parco del Mercatello-Mariconda, M7 Arbostella, M8 Stadio Arechi. Le fermate intermedie sono state individuate per servire ovviamente i quartieri più popolosi della città. E' stato calcolato, infatti, un bacino di utenza di 25 mila utenti a stazione.

E' già in fase di progettazione il prolungamento di ulteriori 9 km a Sud di Salerno, fino al Comune di Pontecagnano, per poter collegare la città con l'aeroporto “Salerno-Costa d’Amalfi”, così da portare la lunghezza totale della linea a 16,6 km. Saranno inoltre promossi il collegamento con l’Università degli Studi di Salerno con l’elettrificazione della linea ferroviaria Salerno-Baronissi e con il collegamento diretto dalla Stazione Centrale all’Università e l'integrazione con la Circumsalernitana, la linea circolare su ferro gestita dalle Ferrovie dello Stato che effettua il percorso Salerno-Centro, Salerno-Irno, Salerno-Fratte, Baronissi, Fisciano, Mercato San Severino, Castel San Giorgio, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Cava dei Tirreni, Vietri sul Mare, Salerno-Centro.

L’opera di fatto è già realizzata: è stato posizionato l’intero binario, quindi oggi sarebbe possibile percorrere l’intero tratto con un convoglio ferroviario. Per quanto riguarda l’attivazione del servizio, il Comune ha compiuto tutti gli atti di sua competenza. La convenzione con le Ferrovie firmata il 3 dicembre 2010 affida la manutenzione dell’infrastruttura alla società Rfi; gli oneri saranno a carico del Comune, che inoltre garantirà la cura, la custodia e la pulizia delle stazioni.
I treni scelti sono realizzati dalla Alstom, modello Coradia "Minuetto" (design Giugiaro) a trazione elettrica. I convogli saranno composti di tre carrozze con capienza di quasi 345 passeggeri.