Inizio menù contenuti sito
Fine menù contenuti sito
Ti trovi qui: home freccia Lavori in Corso freccia Grandi opere freccia PalaSport

PalaSport   freccia

Il nuovo Palazzetto dello Sport di Salerno sta sorgendo nei pressi dello Stadio Arechi, in un’area della città destinata a diventare un vero e proprio parco sportivo, in prossimità dell’ampio fronte di mare del litorale cittadino. La zona è già servita da ampi parcheggi ed è ben collegata alla rete autostradale, grazie al vicinissimo raccordo della tangenziale.

La struttura è progettata dall'architetto Tobia Scarpa, autore di numerosi impianti di rilievo internazionale realizzati in tutta Europa.

E’ concepita come polo di fortissimo impatto in termini di immagine e di prestigio, il modello proposto è quello di una moderna arena coperta a forma di scarabeo.

Sarà un impianto competitivo sul mercato nazionale ed internazionale che punta a valorizzare la tradizione sportiva e culturale di Salerno, ma anche le sue potenzialità commerciali e congressuali.

L’opera risponde anzitutto all’antica aspirazione della città di Salerno di dotarsi di una struttura innovativa per la pratica degli sport del panorama olimpico e dei cosiddetti sport minori quali basket, pallavolo, pallamano, hockey su pista, equitazione indoor, atletica, scherma, arti marziali.
Sarà un impianto di rilievo internazionale capace di ospitare eventi agonistici, ma anche convention, concerti, sfilate di moda, mostre ed esposizioni.

Il progetto prevede anche spazi informativi e per l’accoglienza, reti multimediali, sala stampa, tribune per autorità, locali tecnici per registrazioni, traduzioni simultanee e riprese televisive; ristoranti e caffetterie, spazi commerciali e fitness center.

La struttura avrà una capacità di accoglienza di circa 8000 partecipanti; sarà flessibile e dinamica, dotata di comodi posti a sedere, di un ottimo impianto acustico e di tutti i servizi necessari alle diverse manifestazioni che è destinata ad ospitare.

L'impianto avrà plurimodularità polifunzionale: l'articolazione degli spazi interni e la capienza della struttura potranno essere modificate in base agli specifici eventi in programma. Ogni sala congressuale ed espositiva può funzionare autonomamente perché dotata di accessi e di servizi indipendenti, ma anche in connessione con le altre sale adiacenti per ospitare grandi eventi.  Un sistema quest’ultimo che migliora la gestione e rende la fruizione sempre ottimale.


MediagalleryMediagallery