Inizio menù contenuti sito
Fine menù contenuti sito
Ti trovi qui:  home  freccia Vivi Salerno freccia Eventi

Il Buon Compenso del Diabete. A Salerno la campagna di informazione   freccia

18/07/2008 - Piazza della Concordia, 18 e 19 luglio

Manifestazione -  Salerno centro
Periodo: 18/07/2008 -  19/07/2008
Orario: 10,00 - 18,00
Per maggiori informazioni: www.buoncompensodeldiabete.org

E' arrivata a  Salerno la Campagna BCD - Informati. Alleati. Protetti. - promossa da IDF (International Diabetes Federation) attraverso le affiliate AMD (Associazione Medici Diabetologi), SID (Società Italiana di Diabetologia) e le Associazioni di Volontariato AID e FAND e patrocinata dal Ministero della Salute e dall’Assessorato alla Salute della Regione Campania.

La Campagna BCD vuole sensibilizzare la popolazione sui rischi legati al diabete, sull’importanza del controllo della patologia e sugli strumenti più idonei per garantire tale controllo. In particolare la cittadinanza salernitana verrà informata dell’importanza del Buon Compenso del Diabete (BCD), vale a dire del controllo costante dei parametri metabolici, come emoglobina glicata, glicemia, grassi nel sangue, pressione arteriosa. A Salerno il 18 e 19 luglio, dalle 10:00 alle 18:00, sosterà in piazza della Concordia l’“Unità Mobile del Buon Compenso del Diabete”, che sarà allestita al suo interno come un vero e proprio ambulatorio. Medici diabetologi di AMD e SID e infermieri OSDI (Operatori Sanitari di Diabetologia Italiani) garantiranno alla popolazione la possibilità di effettuare gratuitamente analisi della glicemia e, per la prima volta disponibile nelle piazze per le persone con diabete, il controllo dell’emoglobina glicata: l’insieme dei due valori rappresenta oggi il mezzo più efficace per affermare che il diabete è “controllato”.

A ogni persona che effettuerà il controllo verrà, inoltre, consegnato il volumetto “BCD – la guida pratica per imparare a controllare il diabete”, strumento essenziale per conoscere meglio il diabete e per capire come controllarlo grazie a un’interazione efficace tra buone regole di vita, test e terapia farmacologica appropriata. Ovviamente sempre seguendo l’indirizzo e il consiglio del proprio medico di riferimento.

La necessità di sensibilizzare la cittadinanza sul Buon Compenso del Diabete nasce dalla consapevolezza che il diabete è una patologia sempre più diffusa nel mondo, in Italia, in Campania e a Salerno. “A tal proposito – spiega il dr Pasqualino Calatola, presidente dell’Associazione Medici Diabetologi della Regione Campania - posso affermare che la prevalenza del diabete a Salerno è del 7% della popolazione, pur sapendo che i dati pubblicati riportano una media inferiore nella Regione Campania. Si può ragionevolmente affermare che tale dato epidemiologico ha fatto sì che nel corso degli anni si sviluppasse una coscienza della prevenzione, portando le persone a controllarsi regolarmente e quindi a scoprire precocemente la malattia”.

Sottolinea poi il dr. Calatola: “Il lavoro delle strutture di diabetologia sul territorio funziona. In particolare, l’alleanza con il medico di medicina generale, il quale è molto sensibile alla collaborazione e pronto alla gestione integrata del paziente diabetico. L’informatizzazione della medicina generale e del Centro diabetologico ci porterà in breve tempo ad avere dati precisi e validati. Conclude, infine: “La Campagna d’informazione sul Buon Compenso del Diabete, ben si colloca ed è in linea con questo percorso di assistenza che l’ASL SA2 con le sue strutture di diabetologia territoriale sta portando avanti”.

Troppo spesso le persone che soffrono di diabete non effettuano controlli adeguati della glicemia e con la giusta frequenza nei vari momenti della giornata. Il “Buon Compenso del Diabete” si può realizzare solo attraverso la misurazione regolare della glicemia. Per il paziente diabetico è inoltre essenziale valutare anche gli altri parametri metabolici che, interagendo con l’iperglicemia, come la pressione alta, il colesterolo LDL elevato, il colesterolo HDL ridotto e l’ipertrigliceridemia, costituiscono fattori di rischio per la comparsa delle gravi complicanze della malattia ed in particolare a carico dell’apparato cardio-vascolare.

La tappa salernitana vede il coinvolgimento della classe medico-scientifica, delle Istituzioni cittadine, del management e operatori della sanità e di tutti i mezzi di comunicazione che usualmente operano a livello locale.

In particolare si ringrazia l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Salerno, la ASL di Salerno, l’Ordine dei Medici di Salerno e l’associazione di volontariato ATDI.

La Campagna BCD – Informati. Alleati. Protetti. – è promossa da IDF con AMD, SID, AID e FAND e ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute. Annovera tra i suoi collaboratori Federfarma, SIMG (Società Italiana Medicina Generale), OSDI (Operatori Sanitari di Diabetologia Italiani), SIBIOC (Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare) e SIMEL (Società Italiana Medicina di Laboratorio).

La Campagna BCD – Informati. Alleati. Protetti – è stata possibile grazie al contributo incondizionato di sanofi-aventis.

Approfondimenti

Titolo
File
Dimensione
Foto della partecipazione del Sindaco Foto della partecipazione del Sindaco 241,00 kByte