Inizio menù contenuti sito
Fine menù contenuti sito
Ti trovi qui:  home  freccia Sala stampa freccia Comunicati Stampa

Al via i lavori per Asilo Nido comunale in via Fusandola: 250mila euro per i lavori al servizio delle famiglie e delle donne lavoratrici    freccia

02/07/2009 - Il Sindaco V. De Luca “Destinare il reddito di cittadinanza al potenziamento della rete dei servizi sociali"

Il Comune di Salerno è impegnato ad aumentare la dotazione di posti disponibili negli asili nido comunali anche attraverso la trasformazione di edifici pubblici in strutture adeguate ad ospitare il servizio.

Il Sindaco di Salerno ha avviato il 2 luglio 2009 i lavori di trasformazione dell’edificio scolastico di via Fusandola (Centro storico di Salerno a pochi metri dalla Chiesa dell’Annunziata) in asilo nido con trenta posti disponibili per i divezzi (età compresa tra i due ed i tre anni). L’intervento migliorerà anche la qualità della struttura scolastica gestita dalla Comunità religiosa che non subirà nessuna interruzione durante le attività di cantiere.

Alla presentazione dell’intervento erano presenti altresì gli assessori Ermanno Guerra (Politiche Sociali) e Eva Avossa (Scuola).

Il Sindaco di Salerno ha ribadito che il Comune punta a raggiungere la dotazione di trenta posti negli asili nido comunali ogni mille abitanti secondo quanto prescritto dall’Unione europea. “Si tratta di un servizio molto utile per le famiglie e le donne lavoratrici, un aiuto concreto ben più efficace del reddito di cittadinanza che così come articolato è inutile. Abbiamo grandi problemi per la costruzione delle strutture ed i costi di gestione dei servizi sociale. Per questo, da tempo, suggerisco di utilizzare quelle risorse del reddito di cittadinanza per potenziare la rete di servizi a favore delle persone e delle famiglie. Per quanto riguarda gli asili nido, insieme a quello di via Fusandola, stiamo completando quello di via Martiri Ungheresi dei quali garantiremo una gestione efficace molto apprezzata dalle famiglie che frequentano gli asili nido esistenti. Siamo in attesa anche del completamento del bando regionale.”.

“Questo intervento – ha proseguito De Luca – si aggiunge ai numerosi cantieri oggi presenti nel Centro storico di Salerno come piazza S. Agostino, Galesse, Barbuti, Chiesa dell’Annunziata ed a quelli che partiranno nella parte alta con Salerno Porta Ovest. Una trasformazione urbana che migliora la sicurezza e la qualità della vita per i residenti ed i visitatori”.

Approfondimenti

Titolo
File
Dimensione
Descrizione tecnica dei lavori Descrizione tecnica dei lavori 45,00 kByte

MediagalleryMediagallery