Inizio menù contenuti sito
Fine menù contenuti sito
Ti trovi qui:  home  freccia Sala stampa freccia Comunicati Stampa

"Oltre i confini del Mondo", l'Orchesta Sinfonica in concerto al Duomo di Salerno   freccia

14/11/2017 - L'evento in programma venerdì 17 novembre in Cattedrale. Sabato 18 l'orchestra salernitana si esibirà anche nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli di Roma

Concerto nella capitale per l’Orchestra Sinfonica di Salerno “Claudio Abbado” che sabato 18 novembre, alle ore 21, suonerà nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli a Roma diretta dal M° Jacopo Sipari di Pescasseroli. A far risuonare le corde del violoncello sarà Giuliano De Angelis. Il concerto, per il quale è stato scelto il titolo “Sacrum”, vuole essere una “preghiera in musica per la pace universale” - come recita il sottotitolo riportato in locandina - ed in particolare “pro Nicaragua”. Tra gli invitati è prevista la presenza di diversi ambasciatori a Roma nonché dei rappresentanti istituzionali italiani e del Vaticano. L’ingresso è gratuito. Tra gli ospiti previsti sabato sera ci sarà anche Alberto Veronesi, presidente della Fondazione Festival Pucciniano di Torre del Lago che dirigerà il brano di apertura. Il concerto sarà poi trasmesso nel giorno di Natale da Telepace e Sky 515.

Il grande appuntamento di sabato 18 novembre avrà come preludio in musica il concerto sinfonico in programma venerdì 17 novembre, alle ore 20.30, nella suggestiva Cattedrale di Salerno. L’ingresso è gratuito. L’OSSCA, diretta dal M° Jacopo Sipari di Pescasseroli, eseguirà gli stessi brani previsti per l’evento capitolino ed in aggiunta farà ascoltare l’ “Ave Maria op.8”, l’ultimo componimento di Gianni Di Lisa che dell’OSSCA è il presidente. Seguirà , poi, il preludio dall’Oratorio Sacro “Le déluge” op. 45 di C. Saint Saens e sempre del compositore ed organista francese sarà eseguito il Concerto per Violoncello n.1 op. 33. Entrambi i concerti, per celebrare il 190esimo anniversario della morte di Ludwig Van Beethoven, prevedono in scaletta due dediche: l’introduzione dall’Oratorio Sacro “Cristo sul monte degli ulivi” op. 85 – lavoro nel quale Beethoven si concentra sui dolorosi e misteriosi eventi accaduti nell'orto dei Getsèmani, in cui Cristo sembra rimanere solo di fronte al proprio destino - e la Sinfonia n.7 in La maggiore op. 92 descritta da Wagner come “La sinfonica è l’apoteosi della danza […]Beethoven nelle sue opere ha portato nella musica il corpo, attuando la fusione tra corpo e mente”. Il concerto di venerdì sera al Duomo di Salerno sarà impreziosito dalle voci di Anna Corvino (soprano), Beatrice Amato (mezzo soprano), Elsa Tascione (contralto) e Giuliano De Angelis (violoncello).

La direzione artistica dell’evento è curata dal M° Ivan Antonio; segretario artistico è il M° Fabio Marone.