Inizio menù contenuti sito
Fine menù contenuti sito
Ti trovi qui:  home  freccia Sala stampa freccia Comunicati Stampa

Operazioni della Polizia Municipale a tutela del decoro urbano   freccia

13/09/2018 - Verbali elevati per abbandono rifiuti, mancato rispetto delle norme sulla differenziata e sversamento di liquami

Di seguito il resoconto dell'attività svolta nella giornata di mercoledì 12 settembre dalla Polizia Municipale nell'ambito delle operazioni a tutela del decoro urbano.

- Sono stati elevati 7 verbali ad amministratori di condomini per mancato rispetto delle norme sulla raccolta differenziata e per la mancanza di contratto con ditta specializzata per il lavaggio e la disinfezione dei contenitori per la raccolta dei rifiuti e lo smaltimento presso discarica autorizzata dei reflui liquidi, provenienti dalla stessa attività di lavaggio.
- Sono stati elevati 6 verbali di 500 euro per abbandono di rifiuti sul suolo pubblico ad altrettanti cittadini, a seguito sviluppo dei filmati delle telecamere di videosorveglianza in diverse strade del territorio cittadino.
- Un verbale è stato elevato al titolare di un pubblico esercizio di via Roma per inosservanza delle norme sulla raccolta differenziata.
- A seguito di ispezione di rifiuti in Viale Pastore, nell'area adiacente al cinema multisala di fronte all'Isola Ecologica Arechi, sono emersi elementi idonei all'identificazione dei responsabili degli abbandoni, che sono stati sanzionati con verbale di 500 euro. Successivamente è stato intervenire sul posto il personale della Società Salerno Pulita per la bonifica del sito.
- Nella zona orientale della città si è provveduto a denunciare il titolare di una ditta di pulizie, sorpreso a sversare i reflui provenienti dal lavaggio dei carrellati nella caditoia stradale per la raccolta delle acque pluviali, contravvenendo a quanto disposto dalla normativa statale e dall'ordinanza sindacale, che prevedono che il lavaggio dei carrellati per la raccolta dei rifiuti sia affidato a ditta specializzata, appositamente attrezzata, i cui reflui, considerati rifiuti speciali liquidi, vanno smaltiti presso discarica autorizzata. Nel contesto è stato deferito all'autorità giudiziaria anche l'amministratore del condominio.